Guida ai migliori forex broker

Scegliere quale sia il migliore tra i forex broker non è una cosa semplice, anzi. Ci sono tantissime scelte e spesso si fa confusione: è meglio Plus500 o Markets.com ? O forse è più facile fare forex sociale (o social trading) usando eToro? E cosa dire, allora, di AvaTrade o XM? Uff!

Mi presento… sono Ettore, faccio trading da tre anni oramai e devo dire che in questo tempo ne ho passate di ogni… all’inizio ho fatto forex con un conto demo, per circa 2 mesi, giusto per capire come potermi muovere. Cercavo un modo per guadagnare denaro extra rispetto al mio lavoro tradizionale.

Poi mi sono appassionato e ho cominciato a fare trading con soldi veri, ma in questo tempo ho cambiato diversi broker e mi sono fatto un’idea di come scegliere i migliori forex broker.

Se stai aspettando la storia di uno che è diventato ricco con il forex, mi dispiace deluderti ma non è così (e prima che a te, dispiace a me 😉 ). Da quando ho iniziato a fare forex NON ho lasciato il lavoro e NON sono diventato ricco, ma qualche soldo l’ho messo da parte e sono intenzionato, a breve, a investire ancora un po’ più (voglio scalare, un termine molto in voga ultimamente).

Migliori broker forex: prima di iniziare

Prima di iniziare con la lista dei migliori forex broker, voglio chiarire il concetto di cosa sia un broker forex.

Un broker offre la piattaforma necessaria per fare forex. Stop. Si tratta di un’azienda che ha un software che puoi scaricare ed installare sul tuo computer, oppure che puoi usare direttamente con il browser (tipo Chrome, Firefox o Internet Explorer ad esempio), con la quale aprire e chiudere posizioni.

La piattaforma è usata per guardare i prezzi, per usare gli indicatori, in alcuni casi per leggere le notizie dei mercati (per fare analisi fondamentale).

Quindi, ricapitolando:

un broker è un’azienda che ha un software che puoi usare per fare forex.

Ora possiamo iniziare a parlare della selezione dei migliori brokers per il trading forex.

Forex broker migliori: le autorizzazioni

Prima di tutto, tutti i migliori forex broker devono avere le autorizzazioni necessarie per poter operare nel paese cui si riferiscono.

Ogni broker è tenuto ad iscriversi (diciamo così) presso un ente di controllo, che ne verifica i requisiti e lo autorizza ad operare.

Tali requisiti servono per capire se il broker è serio e se adotta tutte le misure necessarie per proteggere il capitale dei clienti da eventuali imprevisti, che in un mondo volatile come quello del forex potrebbero sempre capitare).

Le autorizzazioni più famose per i broker forex sono:

  • CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission)
  • FSA (Financial Services Authority, è del Regno Unito)
  • Consob (per l’Italia)

Tutti i nomi più famosi di broker forex hanno le autorizzazioni necessarie ad operare in Italia e in tutta Europa: Plus500, Markets.com , eToro, Avatrade, XM e così via.

Bisogna scegliere un broker autorizzato.

Miglior forex broker: l’affidabilità

Si parla di affidabilità intesa come sicurezza della piattaforma e delle transazioni. Poiché si tratta di soldi, è importantissimo che ogni broker forex sia affidabile e protegga le transazioni dei suoi utenti.

Come valutare l’affidabilità di un broker?

  1. Un broker affidabile è quello che è registrato e ha le autorizzazioni (ne abbiamo parlato prima);
  2. Un buon broker usa delle connessioni criptate tra la piattaforma e il server, così da evitare l’accesso di malintenzionati.

E’ importante scegliere un broker affidabile, nella mia esperienza, perché fa davvero la differenza.

Scegli solo broker forex affidabili.

Cosa succederebbe se aprissi un conto, oggi, versassi denaro (diciamo 1.000 euro) e dopo un po’ ti ritrovi con il conto chiuso, per qualunque motivo, e non potessi recuperare i tuoi soldi se non tramite azioni legali? Che però, se hai scelto un broker autorizzato sono possibili, se non lo hai fatto diventano molto difficili.

Con questo non sto dicendo che se un broker forex non è autorizzato da CySEC, FSA o Consob non è serio, è solo che, come si dice, “fidarsi è bene, non fidarsi è meglio…“.

Come avere la certezza che il broker forex sia affidabile?

Ci sono diversi modi:

  • provare in prima persona, ma si ha sempre il dubbio di aver testato tutto o meno. Il tarlo del “e se?” rode la mente;
  • leggere le recensioni dei broker forex affidabili presenti su internet, ma solo se si tratta di siti web seri;
  • guardare i forum finanziari di settore e vedere se altri utenti hanno avuto esperienza con quel dato broker, chiedere loro come l’hanno trovato

Insomma, aver cura di trovare quante più informazioni possibile è il primo passo per poter avere la certezza di trovare un broker forex affidabile.

Risorse in rete per trovare broker forex affidabili

Internet, soprattutto quando si tratta di broker forex, diventa un vero e proprio calderone di informazioni.

Mi ci sono trovato io prima di te.

E allora, ecco le risorse che ho trovato più utili nella mia “caccia al miglior broker forex“:

forexinfo, una vera e propria risorsa e miniera di informazioni sul forex, ma non solo. Nello specifico, la pagina è forexinfo it/-Brokers-

ilmigliorebrokerforex, un sito che spiega in maniera chiara e dettagliata il miglior broker forex, la pagina è ilmigliorebrokerforex com

forex trading italia, un portale di informazioni dedicate al forex, ma anche opzioni binarie, cripto valute, investimenti, risparmio. Tutto quel che gira intorno ai soldi. La pagina è forextradingitalia it

3 risorse per trovare i migliori forex broker affidabili italiani.

Quali sono i migliori forex broker

Ora ti vado ad elencare quelli che sono i migliori broker forex secondo la mia esperienza.

Plus500. E’ quello con cui faccio forex oggi. Mi è piaciuto molto perché la piattaforma è chiara e pulita, inoltre posso usarla senza troppe difficoltà anche da cellulare.

Markets.com . Altro broker che ho usato in passato, mi è molto piaciuto. L’ho poi lasciato semplicemente perché ho testato Plus500, ma non mi aveva mai dato noie in realtà.

IG. Mai provato, ma so che è un broker di CFD serio ed affidabile. Hanno uffici a Milano e sono una realtà in espansione.

XM. Anche questo mai provato, ma Daniele, un caro amico, mi ha detto che lui ci si trova non male.

eToro. L’ho provato più che altro per curiosità del trading sociale e ancora oggi ci tengo un conto sopra, ogni tanto vado a cercare qualche trader da scopiazzare e, devo dire, fino ad oggi la scelta non è stata così malvagia.

I migliori broker forex italiani

Ora che ti ho detto la mia sui migliori broker forex in assoluto, su quello a cui dovresti stare attento e su ciò che dovresti cercare in un broker, ti dico anche il perché dovresti scegliere sempre i migliori broker forex italiani.

Sono autorizzati ad operare in Italia e rispettano le regole della Consob, semplice.

Cosa dice la Consob sui broker forex? Questo ente svolge il compito di vigilanza del settore bancario e della borsa, dunque anche degli investimenti. Per questo motivo, qualunque tra i migliori broker forex che siano autorizzati Consob ad operare in Italia devono rispettare le rigide norme stabilite da questo ente, che ha sede a Roma.

Oltre a questo, l’Europa stabilisce delle severissime regole per chi volesse proporre i suoi servizi finanziari nel vecchio continente, Italia inclusa. E’ per questo motivo che sono pochi i broker che sono famosi da noi, si possono contare sulla punta di due mani e stop (la lista completa di tutti i broker del mondo arriva tranquillamente a 100 nomi e anche più).

Ad oggi nessuno dei broker che ti ho elencato prima ha sede in Italia, se non degli uffici di rappresentanza come IG, ad esempio.

Nonostante questo, tutti i broker offrono:

  • piattaforma in italiano
  • assistenza italiana
  • si rivolgono al mercato italiano

La mia opinione sul forex (my 2 cents)

Voglio dirti quello che penso del forex, quello che ho imparato in questi tre anni di esperienza nel mercato delle valute, e voglio farlo in maniera chiara.

Il forex è un mercato dove puoi guadagnare denaro, io l’ho fatto e lo sto continuando a fare. Come ho detto prima, io NON sono diventato ricco con il forex e non so se mai lo farò, ma non perché non ho capito come funziona, è perché ho capito troppo bene come funziona.

Il mercato forex ti permette di avere dei guadagni teoricamente illimitati, è vero. Puoi aprire posizioni con 100 euro, mettere una leva di 500:1 e fare trading come se avessi 50.000 euro, oppure versare 1.000 euro (come ho fatto io all’inizio), usare sempre la leva da 500:1 e fare trading come se avessi in tasca 500.000 euro.

Il problema di questa scelta è che, se ti va bene, hai guadagnato tanto, ma se ti va male, hai bruciato in pochissimo tempo il tuo capitale. E quello, non te lo ridà nessuno.

Ad oggi posso dire che so come creare una rendita fissa al mese con il forex, ma non ho intenzione di farlo, perché per farlo dovrei rischiare troppo denaro, e se mi va male?

Il problema è che basterebbe una decisione imprevista, come ad esempio il taglio dei tassi di una banca, la decisione di staccare il “peg” (termine tecnico inglese, significa molletta) tra franco svizzero ed euro (leggi qui), l’OPEC che non vuole tagliare la produzione di petrolio e manda a malora diversi paesi (da qui è partita la crisi del Venezuela) e così via. E se arriva un evento imprevisto, su cui non puoi fare niente e imprevedibile, e perdi tutto?

Se sei disposto a rischiare, sapendo tuttavia che il gioco potrebbe valere la candela, allora sei il benvenuto a crearti una rendita mensile con il forex, altrimenti non penso possa valere.

Io, personalmente, ad oggi, non sono disposto a farlo.

Se avessi un’entrata fissa mensile, una rendita passiva, che mi farebbe guadagnare denaro in maniera fissa, in aggiunta al mio lavoro, lo farei sin da subito. Come detto, ho capito come fare fruttare i migliori broker forex e i loro conti, ma non ce l’ho, e fino a che non ce l’avrò, mi accontento di investire con una leva di 100:1, massimo 200:1, tenere degli stop loss abbastanza stretti così da non rischiare troppo e limitarmi a quei guadagni che mi permettono di mettere qualche soldo da parte.

Ho famiglia, e devo pensare prima ad essa. Se non avessi niente da perdere, forse avrei già provato.

Queste sono le mie opinioni sul forex, o come ho spesso trovato su internet, le mie “forex trading opinioni” 😀

Dal mio punto di vista, il modo migliore per guadagnare denaro nel forex è usare la giusta strategia, unita ad un’aderenza psicologica ad essa (perché non può andar sempre bene) e ad un controllo del denaro (o, come dicono in inglese, money management) molto molto forte. Ho letto che tanti trader esperti consigliano di operare nel forex in maniera tale da puntare principalmente a non perdere denaro piuttosto che a guadagnarlo, e ritengo che sia assolutamente vero.

Come posso capire se un broker vuole truffarmi?

Si tratta di una situazione sempre molto delicata, anche perché, dal nostro punto di vista, potremmo non avere abbastanza strumenti ed esperienza per poter capire, con certezza, se un broker vuole truffare o meno.

Per evitare qualunque problematica, io di solito mi affido ai forum italiani e stranieri, e all’immancabile Facebook. Leggo tutto quello che posso trovare su un certo broker forex, faccio domande dirette quando non trovo le informazioni di cui ho bisogno… in generale, cerco di farmi un’idea abbastanza precisa della situazione personale di un broker per capire se vuole fregarmi o meno (o meglio, se vuole fregare non me in prima persona, ma tutti i suoi clienti).

Ancora una volta, per scegliere il più tranquillo e migliore broker forex e stare senza pensieri, io consiglio di aprire conti e versare denaro solo con quelli italiani o, comunque, autorizzati ad operare in Italia, poco importa del resto che siano proprio italiani o meno.

Vado a concludere…

Penso di aver detto un po’ tutto quello che avevo in mente, mi sono accorto di essere arrivato a 2.000 parole e non vorrei diventare noioso…

chiudo solo dicendo che è possibile trovare un buon e migliore broker forex italiano, ma occorre rivolgersi alle banche e agli istituti di credito in generale. Fineco Bank permette di fare trading, anche le Poste Italiane se non sbaglio, oppure WeBank… insomma, c’è ampia scelta. Per capire se conviene, bisogna guardare i costi e le tariffe che vengono chieste all’investitore per poter operare, perché a volte sono davvero alte e si spende molto molto denaro in più rispetto ad aprire un conto con un forex trading broker.

Per cui, la mia conclusione finale è: se vuoi per forza un broker forex italiano, i migliori possono costare tanto; se, invece, ti fidi anche di uno dei migliori broker forex stranieri, purché autorizzati ad operare in Italia, allora potrai trovare tariffe molto più convenienti e vantaggiose.

Annunci